CIASPE ALPI CARNICHE Alle pendici del m.te Siera

Premessa:

Questa camminata prende il via dal limitare della splendida conca in cui si trova Sappada e risale in modo abbastanza deciso il versante settentrionale della lunga catena che separa la Val Pesarina dalla vallata in cui scorre il fiume Piave; ciò permette, complice anche la già elevata quota di partenza, di godere quasi da subito del grandioso panorama circostante, su cui spicca la mole del M.te Peralba. Si consiglia di fare molta attenzione alla parte di scalata che segue il Rif. Siera, poiché poco battuta ed avente caratteristiche morfologiche tali da risultare favorevole ad accumuli consistenti di neve. Viceversa, non si segnalano rischi particolari per la prima parte del percorso.



Sviluppo per punti principali in ordine di percorrenza:

Cima Sappada – Sentiero 321 – Rif. M.te Siera – Pendici del M.te Siera.

Il ritorno avviene lungo lo stesso percorso dell'andata.


Caratteristiche salienti dell'escursione:

  • Località di partenza: Cima Sappada, 1276 mt s.l.m.
  • Lunghezza percorso: circa 6,5 km
  • Quota massima raggiunta: Pendici del M.te Siera, 1784 mt s.l.m.
  • Dislivello: 510 mt
  • Tempo di percorrenza indicativo: 2 h 10 min
  • Cartografia: Tabacco 1:25.000 – Foglio 1
  • Livello di difficoltà: facile/medio/impegnativo/difficile/molto difficile
  • Bellezza (da 1 a 5): 4
  • Panoramicità (da 1 a 5): 3,5

 


Descrizione dell'itinerario:

Quale luogo di partenza si considera il parcheggio posto in prossimità degli impianti di risalita per il  Rif. M.te Siera, situato a ridosso della S.S. 355. Percorrendo il fondo valle, sul limitare del bosco di conifere, si dirige verso il sentiero CAI 321; all'altezza della confluenza con la pista da sci inizia la ripida ascesa, che si dipana lungo l'ampia apertura ricavata tra gli alberi.

[la partenza da Cima Sappada]

Arrivare al rifugio è semplice poiché a tale fine è sufficiente mantenere la direzione prcedentemente impegnata: non vi sono infatti bivi da tenere in considerazione, ad esclusione del tratto immediatamente precedente alla costruzione, presso il quale è ininfluente la direzione che si sceglie, dal momento che in ogni caso si finirà per convergere allo stesso punto. Ben presto, lungo l'ascesa, risulta apprezzabile il panorama su Sappada, sovrastata a settentrione dai contrafforti dei M.ti Lastroni e del Ferro oltre che, sul limitare occidentale, dalla sagoma della Terza Piccola.

[il rifugio come appare dalla salita, circondato dalle pareti rocciose]

Dopo 50 minuti di cammino ci si trova nelle immediate vicinanze del Rifugio, che già di per se risulta essere un terrazzo panoramico invidiabile;

[La conca di Sappada vista dal Rif. M.te Siera]

lasciato alle spalle quest'ultimo si prosegue lungo la traccia che accompagna un vecchio impianto di risalita oramai dismesso; dopo una prima parte meno impegnativa la pendenza tende ad aumentare, man mano che si approssimano sempre più i contrafforti calcareo dolomitici dei M.ti Siera, Piccolo Siera e Cima Dieci, i quali circondano il bellissimo piano inclinato oggetto di quest'ultima parte della salita. La vista è davvero spettacolare, sia verso queste vette così vicine che in direzione nord/est, spaziando dal Peralba ai M.ti di Volaia ed al Coglians, ma anche alle più vicine piramidi dei M.ti Geu e Tuglia.

[Peralba, Chiadenis, Avanza e Chiadin dalle pendici del M.te Siera]

Il punto più elevato dell'escursione è posto poco al di sopra della piccola costruzione costituente il punto di arrivo dello skylift, ove si trova una grossa roccia affiorante.

[il maestoso panorama dalla quota massima]

E' trascorsa circa 1 ora e un quarto dalla partenza. In poco meno di un'oretta è possibile tornare alla vettura: si deve solo porre attenzione alla parte iniziale della discesa, in virtù di quanto accennato in premessa. 

Itinerario compiuto nel mese di gennaio dell'anno 2007



LA GALLERIA FOTOGRAFICA:

cliccare super vedere le decrizioni


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

previsioni meteo

Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia

 


Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia


cookieassistant.com